LA LUPO ROCCO GAETA SUPERATA DI MISURA NEL DERBY CON L’HC FONDI

Il direttore tecnico Paolo Bettini: «Molto fiducioso per il futuro di questa squadra»

Gaeta, sabato 22 ottobre 2016 – Mai come questa volta, sarebbe difficile riassumere in una sola parola il primo derby ufficiale stagionale tra Lupo Rocco Gaeta e Hc Banca Popolare di Fondi. Guardando il risultato, si potrebbe azzardare un “peccato”, o forse “equilibrio”, considerato che nell’intero arco dell’incontro il massimo vantaggio è stato solo un +2, e non si sbaglierebbe. Ma dopo una gara del genere, dopo 60 minuti di tachicardia e fiato sospeso, la parola più calzante non potrebbe che essere “spettacolo”. Perché sì, nella 5° giornata di andata, al Palasport di Fondi, biancorossi e rossoblù hanno offerto un vero e proprio spettacolo, confermando ogni pronostico sullo stato di forma di due squadre che hanno dimostrato fino all’ultimo secondo di volere a tutti i costi la vittoria, combattendo con le unghie e con i denti. Ha combattuto anche stavolta con la testa e col cuore la squadra gaetana, sia per onorare la memoria del proprio main sponsor improvvisamente scomparso, che per tentare il colpaccio proseguendo la striscia positiva, e l’ha fatto anche quando Andrea Antetomaso, a causa di uno scontro di gioco, ha dovuto abbandonare il campo prima del tempo, a causa di una microfrattura del medio della mano sinistra. Ha combattuto la Lupo Rocco Gaeta stavolta senza farcela, ma solo di misura, perché a festeggiare al suono della sirena finale sono stati i padroni di casa (21-20). Miglior realizzatore del match, Pierluca Bettini con 8 reti all’attivo, seguito da un marcatissimo Filic, 5 sigilli; decisamente convincente la prova in difesa del collettivo, compresi i portieri Cienzo e Amendolagine, e da registrare è anche l’esordio dell’ala destra Fabrizio Bruno, proveniente dal Cus Palermo.

PRIMO TEMPO – Dopo il minuto di silenzio osservato in memoria di Lupo Rocco, è tempo di iniziare. La partenza è contratta, e dopo tre giri di lancette il tabellone è ancora fermo sullo 0-0. Il ghiaccio si rompe infatti solo al 4’ con Filic, che si fa perdonare per il rigore non realizzato pochi secondi prima. Stefano Di Manno ripristina subito la parità, ma è ancora Gaeta, con Bufoli, a mettere il muso davanti, 1-2 al 6’. Parte un lungo momento di digiuno per entrambe le formazioni, rotto solo al 9’ ancora da Di Manno e da Zizzo, pronti con un break di 2-0 a firmare il sorpasso, 3-2 al 10’. Si continua così, 4-4 al 12’, 6-6 al 15’, 7-7 al 18’, prima del nuovo parziale di 2-0 dei locali del 19’ (9-7), che costringe Petronijevic al time out. Gli effetti sono quelli sperati, perché al rientro in campo le distanze si accorciano ancora al massimo, 9-8, e stavolta è De Santis a fermare tutti. Al 23’ l’ex Onelli riporta i suoi sul +2, Bettini ricuce dai sette metri, ma prima del rientro negli spogliatoi, nonostante le ottime parate di Cienzo, Lauretti riesce ad allontanarsi ancora un po’, per l’11-9.

SECONDO TEMPO – La musica continua a non cambiare alla ripresa delle ostilità, gli ospiti si riavvicinano, i fondani cercano di scappare, 13-11 al 4’. Subito dopo, in un contrasto, Andrea Antetomaso cade a terra e urla, a causa di una microfrattura del dito medio della mano sinistra: partita finita per il terzino biancorosso. Si riprende a giocare, i gaetani rimangono un po’ scossi ma non si arrendono, e al 7’ è di nuovo parità, 13-13 con Panariello, e ancora sorpasso al 14’ grazie a Pierluca Bettini, 14-15. L’equilibrio, però, non ne vuol sapere di sparire, il botta e risposta prosegue e al 26’ a parti invertite perdura la minima distanza, 19-18, che al 28’ si trasforma in 20-19. Tutto è da decidere. Il Fondi torna in attacco e con un pizzico di fortuna e un palo amico, nonostante la parata di Amendolagine, Di Cicco allunga sul 21-19, ma c’è ancora tempo. I ragazzi di Petronijevic restano lucidi nella costruzione della risposta, riuscendo a procurarsi un rigore: l’esperto D’Angelis, però, ipnotizza Bettini che stavolta, a 55’’ dal termine, non va a segno. Al Fondi non rimane altro che gestire il distacco, Filic disperatamente tenta il tutto per tutto, non sbagliando il 21-20, ma mancano solo due secondi, troppo pochi per sperare in un pareggio.

IL DIRETTORE TECNICO, PAOLO BETTINI – «Nonostante la sconfitta, sono molto fiducioso per il futuro di questa squadra, che coach Petronijevic sta facendo crescere partita dopo partita. Anche se il risultato non ci ha dato ragione e ci ha lasciato un po’ di amaro in bocca, la prestazione dei ragazzi è stata decisamente positiva, e quando saremo totalmente al completo sono sicuro che ne vedremo delle belle. Da sottolineare è stata pure la prova di entrambi i portieri, Cienzo e Amendolagine. Ora testa al Fasano».

IL PROSSIMO TURNO
– Sabato prossimo, 29 ottobre, la Lupo Rocco Gaeta ospiterà al Palasport di Pontinia, alle ore 18, la capolista imbattuta Junior Fasano.

HC BANCA POPOLARE DI FONDI – LUPO ROCCO GAETA 21-20 (p.t. 11-9)

HC BANCA POPOLARE DI FONDI: Scavone, Antonio, Di Cicco 1, Cascone, D’Angelis, D’Ettorre 2, Di Manno S. 5, Di Manno G. 3, Lauretti 3, Onelli 1, Pestillo 4, Recchiuti 1, Conte, Zizzo 1. All.: Giacinto De Santis

LUPO ROCCO GAETA: Cienzo, Amendolagine, Ciccolella D., Ponticella 1, Filic 5, Bettini 8, Marciano, Panariello 2, Lodato, Bruno, Antetomaso 1, Ciccolella A., Bufoli 3, Purificato. All.: Zlatko Petronijevic

ARBITRI: Cosenza – Schiavone

NOTE: prima dell’inizio della gara, osservato un minuto di silenzio in memoria di Lupo Rocco, main sponsor del Gaeta Sporting Club.


Alessandra Aprile

UFFICIO STAMPA GAETA SPORTING CLUB

Condividi sui social


Accedi o Registrati se vuoi dire al tua..

Back to Top